0000-00-00 00:00:00

Best Deals & eBook PDF Download Giù le mani da Pierino by Emilia Costa

Giù le mani da Pierino by Emilia Costa

Page Updated:
Book Views: 10

Author
Emilia Costa
Publisher
Date of release
Pages
0
ISBN
0
Binding
Illustrations
Format
PDF, EPUB, MOBI, TXT, DOC
Rating
4
72

Advertising

Get eBOOK
Giù le mani da Pierino

Find and Download Book

Click one of share button to proceed download:
Choose server for download:
Download
Get It!
File size:5 mb
Estimated time:1 min
If not downloading or you getting an error:
  • Try another server.
  • Try to reload page — press F5 on keyboard.
  • Clear browser cache.
  • Clear browser cookies.
  • Try other browser.
  • If you still getting an error — please contact us and we will fix this error ASAP.
Sorry for inconvenience!
For authors or copyright holders
Amazon Affiliate

Go to Removal form

Leave a comment

Book review

L’ADHD è la sindrome di Deficit di attenzione e Iperattività che rende la vita durissima a bambini, genitori insegnanti, e la cui realtà è oggi molto discussa. Intanto, si sottopongono i piccoli a pesanti e rischiose terapie a base di psicofarmaci. E se ci fosse un altro modo, non invasivo, di aiutarli?


L’innovazione dell’approccio presentato in questo libro è triplice:

- tenere conto del nuovo paradigma, imposto dall’evoluzione della fisica quantistica, secondo il quale possiamo avere più informazioni se adeguatamente equipaggiati degli stati corretti da cui coglierle, e a nostra volta trasmettere informazioni diverse veicolate dallo stato di grande pace a cui possiamo avere accesso tutti, se solo ci addestriamo;

- introdurre nell’ambito dell’ADHD il concetto di “mandala della sofferenza” collettiva, alimentata e subìta a pari titolo da ogni suo componente umano: il bambino, i suoi genitori e fratelli, i suoi compagni di classe, gli insegnanti, il terapeuta-accompagnatore;

- inserire nell’ingranaggio ben oliato del circolo vizioso della sofferenza autoalimentata un elemento trasformativo che ne incagli il procedere, che sia di guarigione non della sindrome, la cui realtà è peraltro molto discussa oggi, ma della sofferenza collettiva, senza troppo preoccuparsi da quale porta entrerà, se dal bambino, dai genitori, dagli insegnanti, o dal terapeuta-accompagnatore.


Readers reviews